news

60° NEL SEGNO DELLE DONNE. Star e film il successo del TaorminaFilmFest

Testo pù grandeTesto più piccoloprint

Condividi su:

   
 
 

Una sessantesima edizione quella del TaorminaFilmFest che si chiude con un bilancio positivo e che, nonostante la concomitanza dei mondiali di calcio, ha visto una partecipazione massiccia al Teatro Antico con picchi di partecipazione nei week end, con il tutto esaurito con Ben Stiller, Melanie Griffith, Paola Cortellesi, Eva Longoria, Matt Dillon. Le TaoClass, i Campus, le Pre-visioni hanno registrato un forte incremento di pubblico al Palazzo dei Congressi, così come i film in programma. Gli incontri, oltre ai già citati personaggi, con Claudia Cardinale, Isabella Ferrari, Paz Vega, Christian e Brando De Sica, Raoul Bova, Pamela Anderson, John Corbett, Bo Derek, Giulio Scarpati, Valeria Solarino, Francesca Lo Schiavo e Dante Ferretti, Vittoria Puccini, Cristiana Capotondi e Alessandro Genovesi, Ficarra e Picone, sono stati seguiti da migliaia di studenti e di addetti ai lavori portando anche quest'anno - per la terza volta sotto la direzione editoriale di Mario Sesti e di Tiziana Rocca, generale manager -, al TaorminaFilmFest il grande cinema insieme ai grandi protagonisti. Molte i personaggi della cultura e del cinema che hanno popolato il palco del Teatro Antico: Franca Sozzani, Vanessa Hessler, Margareth Madè, Marina Cicogna, Barbara Tabita, Annamaria Tarantola, Massimo Ghini, Flavio Parenti, Carla Fracci.

"Il successo del film di Eastwood, con più di 3mila persone nel Teatro Antico e l' entusiasmo che si respirava nelle Taoclass, con più di 700 ragazzi che hanno ascoltato Dante Ferretti e Francesca Lo Schiavo o Ben Stiller e tantissimi altri parlare dei loro film e del loro mestiere: sono questi i segnali che hanno fatto della sessantesima edizione del TaorminaFilmFest una punta avanzata della passione per il cinema. - dichiara Mario Sesti, Direttore Editoriale del TFF -. In una edizione nata tra mille difficoltà, un grande autore di più di 80 anni ha regalato a Taormina un' anteprima europea e centinaia di giovani hanno partecipato con continuità, affetto e autentica fame di sapere a lezioni di cinema. Spero - conclude Sesti - che la politica sappia leggere l'importanza di tutto questo e sappia risolvere tutti i problemi di finanziamento che quest'anno hanno rischiato di impedire la realizzazione del festival"

"Anche se è stato un anno particolarmente difficile - sottolinea Tiziana Rocca, General Manager del TFF -, grazie alla passione e alla tenacia che mi contraddistinguono, siamo riusciti a costruire una importante edizione e siamo soddisfatti di avere portato al TaorminaFilmFest così tante personalità del cinema internazionale e italiano. Sono molto contenta di aver festeggiato i 60 anni del Festival nel segno delle donne, con attrici provenienti da tutto il mondo e diverse per generazioni, ognuna delle quali ha regalato al pubblico di Taormina momenti divertenti, ma anche di impegno. La strada cominciata tre anni fa crediamo possa essere quella giusta per riportare la manifestazione agli antichi splendori".

"Si conclude la sessantesima edizione del TaorminaFilmFest. Una lunga galoppata cominciata il 13 giugno con una serata di gala a Messina e proseguita poi nel suo scenario naturale. Un’edizione ricca di ospiti importanti e che ha portato al Teatro Antico, malgrado la contemporaneità delle partire del mondiale di calcio, oltre 15 mila persone. - dichiara il Sindaco di Taormina, Eligio Giardina-. Senza contare le migliaia e migliaia di studenti che hanno seguito i Campus e le Tao Class. Ma oltre agli ospiti è stata presentata una rassegna cinematografica degna della migliore tradizione di questo festival. E per questo successo ringrazio Tiziana Rocca e Mario Sesti e tutti i loro collaboratori, che si sono prodigati per la buona riuscita di questo evento. E con loro ringrazio anche tutti i giornalisti e fotografi che con il loro lavoro attento e scrupoloso hanno ancora una volta portato Taormina sotto i riflettori di tutto il mondo. Ma un ringraziamento particolare lo devo a tutti i dipendenti e collaboratori di Taormina Arte che con la loro serietà e con la loro professionalità, ma soprattutto con il loro amore verso Taormina Arte, hanno fatto si che questo festival si potesse svolgere. Lavoratori senza stipendio ormai dal mese di gennaio che avrebbero potuto incrociare le braccia e fermare tutto. E proprio da questa volontà, da questo amore per Taormina Arte dobbiamo ripartire subito e apportare quelle modifiche alla struttura ormai non più rinviabili".

Gli oltre 50 titoli in programma, divisi nelle diverse sezioni che hanno seguito il filo conduttore del Festival -ancora una volta il mix tra horror e commedia -, i film della sezione Filmmakers in Sicilia, quelli dei Focus Russia e Argentina e quelli nelle programmazioni speciali sono stati molto apprezzati dal pubblico, così come le webserie, fiore all'occhiello del festival, sezione che ha presentato puntate inedite di 3 delle webserie più interessanti del 2014. Dopo aver premiato l'anno scorso "The Pills" (adesso al lavoro con TaoDue sull'esordio cinematografico), questa edizione ha visto "Esami" di Edoardo Ferrario, Matteo Keffer e Maurizio Montesi, aggiudicarsi il Premio Vogue Italia. Vera sorpresa dell'ultimo anno, i tre autori sono stati anche protagonisti di un campus di grande successo, il giorno prima di un evento che ha visto ospite d'eccezione Frank Matano, l'altra metà del cielo di Youtube, quella più televisiva. Ancora un premio attribuito dai giovani giurati di Agis Scuola, il Cariddino d'Oro, è andato a "Le cose belle" di Agostino Ferrente e Giovanni Piperno che in questa edizione hanno ricevuto anche il Premio Cariddi per il Miglior Documentario dell'anno e che uscirà nelle sale il 26 giugno con Istituto Luce Cinecittà.

Come la scorsa edizione, è stata data, anche in questa, grande attenzione alla solidarietà con serate dedicate a fondazioni e associazioni benefiche per raccogliere fondi utile ai programmi di ognuna: D.I.RE., WFP, Sekondo Me, Eva Longoria Foundation, Associazione Foemina, Associazione Intervita,la CBM e Telethon.

Spazio anche al mercato e alle coproduzioni grazie al Convegno organizzato da ANICA, ICE Agenzia (attraverso il piano Export Sud), Sensi Contemporanei, da Sicilia Film Commission, e in collaborazione con il TaorminaFilmFest, due delegazioni di produttori, russi e argentini, hanno partecipato alla presentazione delle opportunità offerte dall’Italia audiovisiva. La Vice Presidente dei produttori russi, Anna Krutova, ha annunciato proprio a Taormina che nell’aprile 2015 porterà in Sicilia i set del blockbuster per le sale per il quale stava cercando la location giusta.

Come l'apertura con "Dragon Trainer 2" in 3D, anche la chiusura di questa sessantesima edizione ha proposto una grande anteprima della 20th Century Fox, con "La Ragazza del dipinto" (Belle) di Amma Asante alla presenza di Jim Gianopulos, Chairman & CEO, TCF Film Entertainment, al quale è stato consegnato il Taormina Arte Award alla Carriera “per la sua passione instancabile e l'enorme apporto creativo e il contributo reso all'industria e alla comunità di chi fa cinema”.

Il TaorminaFilmFest si svolge con l'adesione del Presidente della Repubblica, ed è promosso dal Comitato Taormina Arte, sostenuto dall’Assessorato Regionale Turismo e dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Direzione Generale Cinema.
Main Sponsor del 60^ TaorminaFilmFest è Maserati.